Giornata dei Parchi - GEsCAI

Vai ai contenuti

Menu principale:

Le prossime

_______________________________________________________________________________________________________________________________________

IN CAMMINO NEI PARCHI 2018
18a Giornata Nazionale dei Sentieri CAI

Parco dei Sette Fratelli (SARRABUS)

_________________________________________

DATA
GRUPPO MONTUOSO
CARTOGRAFIA
COMUNI INTERESSATI
LUNGHEZZA
DISLIVELLO IN SALITA
DISLIVELLO IN DISCESA
TEMPO PERCORRENZA
DIFFICOLTA'
SEGNALETICA
TIPO DI TERRENO
INTERESSE
ACQUA
RIENTRO
DIRETTORI ESCURSIONE

SEGNALE GSM
RITROVO 1
TRAGITTO
ATTREZZATURA
PRANZO

NOTA 1

______________________________________________________________________________________

13 maggio

Monti dei Sette Fratelli

IGMI 1:25000

SINNAI

12 km circa

600 m circa

600 m circa

6 ore circa

E

sentieri segnati 814 - 814A - 815

sentiero

paesaggistico, naturalistico

scorta adeguata alla stagione (almeno 2 litri)

ore 18:00 circa

Soci CAI CAGLIARI


sporadico/assente

Arcu 'e Tidu Caserma U. Noci - ore 9:00 - PUNTUALI!

in auto proprie
scarponi da trekking, vestiario adeguato alla stagione

al sacco, a cura dei partecipanti


QUI SOTTO, EVENTUALI NOTIZIE SULLE ESCURSIONI SEGUENTI

________________________

APERTA  A TUTTI
Contributo organizzativo:
NESSUNO
________________________

DESCRIZIONE E MAPPA

___
__________________________________

AVVISO AI NAVIGANTI

Data e ora del più recente aggiornamento del sito sono in basso nella Homepage.
Un utile consiglio: ricaricate sempre questa pagina.
___________________________
_______________________________________________________________________
LEGGERE ATTENTAMENTE
___________________________
I responsabili delle prenotazioni  (OBBLIGATORIE) per questa escursione rispondono ai numeri sotto indicati:

333 1850293 (Giorgio)
DA MARTEDI' 8  A VENERDI' 11 MAGGIO
dalle 09.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 20.00

LE PRENOTAZIONI SI CHIUDONO TASSATIVAMENTE ENTRO VENERDI' 11 MAGGIO

Il Socio ha sempre diritto di precedenza nell'iscrizione alle escursioni.
Viene riservata una quota di posti in pullman per gli escursionisti più giovani e praticati sconti per gruppi formati da almeno 8 persone.
- chi desidera partecipare è pregato di prenotare entro i termini indicati sopra.
-
eventuali disdette vanno date entro il venerdì precedente l'escursione; le disdette date successivamente o le eventuali assenze nel giorno stabilito, non esimono dal contributo organizzativo per partecipare ad una escursione successiva.


SE GLI ORGANIZZATORI DISDICONO L'ESCURSIONE ENTRO
IL VENERDI' PRECEDENTE, SI DA'  AVVISO AI PARTECIPANTI VIA SMS.


- non si accettano prenotazioni di Gruppi di NON Soci.
- dopo tre escursioni al NON SOCIO viene chiesto di iscriversi al CAI.
- gli escursionisti devono presentarsi muniti dell'attrezzatura indicata altrimenti potrebbero non essere accettati e sono tenuti al massimo rispetto dei luoghi e dell'ambiente naturale.
I Soci non scordino la tessera sociale!



GLI ESCURSIONISTI RISPONDONO ESCLUSIVAMENTE
ALLE DIRETTIVE IMPARTITE DAI DIRETTORI DI ESCURSIONE DEL CAI.

_________________________________________________________________________________________________________________________

IN CAMMINO NEI PARCHI 2018
18a Giornata Nazionale dei Sentieri CAI


Domenica  13 maggio----------------------------------------Parco dei Sette Fratelli


Una magnifica escursione nel Parco dei Sette Fratelli, camminando sui sentieri segnati.




Introduzione

La manifestazione è inserita nel programma della 2a edizione del Seminario Regionale Sentieri, in concomitanza con lo svolgimento della 6a edizione "In cammino nei Parchi 2018" e della "18a Giornata Nazionale dei Sentieri Cai", promosse dal Club Alpino Italiano e da Federparchi per promuovere, nei confronti dell'intera cittadinanza, l'escursionismo naturalistico e culturale nelle Aree protette. Escursioni programmate in tutta Italia.
L'anno scorso la Giornata dei parchi in Sardegna si è svolta nel Parco di Tepilora, quest'anno si è voluto programmarla nel Parco dei Sette Fratelli, dove esiste una nuova e completa segnaletica a norma CAI.
La manifestazione sarà l'occasione per toccare con mano il lavoro fatto dal personale dell'Agenzia Regionale Forestas per realizzare la nuova segnaletica orizzontale e verticale del Parco dei Sette Fratelli. Esso rappresenta il primo lavoro di segnatura completamente realizzato, a seguito del protocollo di intesa firmato da Forestas e dal CAI (i compendi di Marganai, Gutturu Mannu e su Sercone sono in fase di ultimazione o ancora in fase di lavorazione).


Descrizione generale

 
La Foresta Demaniale dei Sette Fratelli si trova nella Sardegna sud-orientale, nella regione del Sarrabus e ricade nell’omonimo massiccio montuoso all'interno dei comuni di Sinnai, Burcei, Castiadas e San Vito. L’estensione totale della foresta è di quasi diecimila ettari ed è suddivisa in vari corpi di cui il principale è denominato “Campu Omu”. La foresta, una delle meglio conservate della Sardegna, rappresenta da un punto di vista paesaggistico, faunistico e naturalistico, una tra le aree più interessanti della Sardegna.
Dal punto di vista geologico, l’area è caratterizzata da estesi affioramenti granitici modellati dall’erosione delle acque e dal vento. I corsi d’acqua sono prevalentemente a portata stagionale mentre l’altitudine della foresta varia toccando il suo punto più alto con la cima di Punta Ceraxa (1016 m).Il territorio ha conservato molti lembi delle coperture vegetazionali tipiche dell’isola. La formazione forestale maggiormente diffusa è la lecceta, associata a seconda delle situazioni, al corbezzolo, alla fillirea latifoglia, all’erica e al viburno.
A quote medio basse si trova anche la sughera, sui crinali più alti, verso le cime dei Sette Fratelli, si trova una vegetazione a pulvino con ginestra corsa, timo e lavanda mentre lungo gli alvei dei torrenti la vegetazione riparia a oleandro, salici e ontano. L'area è ricca anche di biodiversità ed endemismi.
La foresta demaniale dei Sette Fratelli è uno degli areali di eccellenza per il cervo sardo, che qui ha trovato rifugio ed è oggi presente in gran numero, grazie alle azioni mirate per la sua protezione e conservazione portate avanti dall’Agenzia Forestas.

L’area offre inoltre un ambiente naturale in cui si può incontrare l’aquila, la martora e la lepre sarda, oltre al frequentissimo cinghiale. La suggestione dei toponimi ci ricorda come tutta la zona sia stata fin dai tempi più antichi oggetto di miti e leggende che si perdono nella notte dei tempi.






Come si arriva

 
Il tragitto si svolgerà con le auto proprie.
Il ritrovo è previsto per le ore 09.00 alla Caserma Forestale Umberto Noci.
Provenendo da Cagliari si percorre la S.S. 125 in direzione Muravera. Al km 30,100 - in località Arcu ‘e Tidu - si svolta a destra e si raggiunge, dopo aver percorso altri 400 m, la Caserma Forestale Umberto Noci, in prossimità della quale lasceremo le auto.


Itinerario a piedi


Dalla Caserma Noci giungiamo, dopo circa 200 m, alla segnaletica verticale che ci indica l’imbocco del sentiero 815.
Il sentiero non presenta difficoltà particolari ed anche il dislivello in salita è abbastanza contenuto. Arriviamo fino ad Arcu Sa Spina con la meta intermedia di Sedda de Sa Scova. Ad Arcu Sa Spina, tappa obbligata in un punto panoramicissimo dove poter ammirare la bellezza unica delle cime dei 7 fratelli.
La seconda parte del percorso si svolge lungo il sentiero 814 e sempre seguendo la segnaletica verticale e orizzontale, ci dirigiamo, in costante salita, verso la dorsale di Monte Arrubiu.
Segue la discesa fino al Rio Maidopis, attraverso la zona di Gionpau, tratto non complicato ma che richiede attenzione per tratti in modesta discesa che potrebbero essere scivolosi, per la presenza di fogliame e di sabbione.
Tutto il tragitto presenta degli intervalli panoramicissimi.
Su un suggestivo sito (ruderi che sembrerebbero i resti di un antico villaggio), è prevista la sosta pranzo.
Si continua sempre sul sentiero 814 in discesa fino al Rio Monte Cresia; siamo giunti a 400 m circa dalla fine del sentiero che porta alla strada forestale. Risaliamo invece sull’814A ed attraverso Bruncu Mastinarxius, in circa mezz’ora, arriviamo al punto in cui siamo partiti.


Avvertenze

Il terreno impervio, per lunghi tratti accidentato, rende indispensabile l’utilizzo delle scarpe da trekking. Chi ne fosse sprovvisto, per motivi di sicurezza non potrà partecipare all’escursione.


Profilo altimetrico
 





 
 

Consigli alimentari

L'alimentazione deve essere adeguata alle esigenze fisiche e climatiche. E' sempre raccomandata una buona colazione e, durante l'escursione, piccole integrazioni (pane, fette biscottate, frutta, barrette energetiche). Si eviti di appesantire lo stomaco con cibi di lenta digestione e soprattutto di assumere bevande alcoliche. Sarà utile disporre di almeno 2 lt. d'acqua.



Norme di comportamento da tenere durante le escursioni

Ogni componente del gruppo durante l’ escursione starà sempre dietro il Direttore di Escursione.
Qualunque partecipante - SOCIO o NON SOCIO - risponde esclusivamente alle direttive del Direttore di Escursione e le seguirà scrupolosamente; il non attenersi vale come rinuncia implicita al nostro accompagnamento ed alla assicurazione del CAI.
Chi dovesse fermarsi per necessità fisiologiche lasci lo zaino lungo il sentiero e chi di dovere saprà che deve attenderlo.

E’ fatto assoluto divieto di lasciare qualsiasi tipo di rifiuto, COMPRESO QUELLI RITENUTI BIODEGRADABILI e, durante l’escursione evitare possibilmente di fumare.
Silenziare la suoneria dei telefonini ed evitare, se non per casi di urgenza, di farne uso se non per effettuare delle foto, che si ricorda, per effettuarle è consigliabile fermarsi e la dove la stabilità fosse precaria, cercare un appoggio sicuro.


Dichiarazione di esonero di responsabilità

Il Club Alpino Italiano promuove la cultura della sicurezza in montagna in tutti i suoi aspetti. Pur tuttavia la frequentazione della montagna comporta dei rischi comunque ineliminabili e pertanto con la richiesta di partecipazione all’escursione il partecipante esplicitamente attesta e dichiara:
·  di non aver alcun impedimento fisico e psichico alla pratica dell’escursionismo, di essere idoneo dal punto di vista medico e di avere una preparazione fisica adeguata alla difficoltà dell’escursione;
·  di aver preso visione e di accettare incondizionatamente il Regolamento Escursioni predisposto dal CAI - Sezione di Cagliari;
·  di ben conoscere le caratteristiche e le difficoltà dell’escursione;
· di assumersi in proprio in maniera consapevole ogni rischio conseguente o connesso alla partecipazione all’escursione e pertanto di esonerare fin da ora il CAI Sezione di Cagliari e i Direttori di Escursione da qualunque responsabilità.


Direttori di Escursione

AE (Accompagnatori di Escursionismo), ASE  (Accompagnatori Sezionali di Escursionismo) della Sezione di Cagliari.

Torna ai contenuti | Torna al menu